06.526239800

Accredito dello stipendio senza conto corrente: quali soluzioni possibili?

Accredito dello stipendio senza conto corrente: quali soluzioni possibili?

Ad ognuno il suo: gli strumenti per l’accredito dello stipendio senza conto corrente

 

Devi ricevere il compenso per un lavoro svolto, ma non vuoi essere vincolato ad una banca? Il contante, come sai, è escluso ormai da tempo ma, non ti preoccupare, perché oggi puoi avere l’accredito dello stipendio senza conto corrente, in poco tempo e senza dover compilare moduli e domande.

Esistono sul mercato diverse soluzioni innovative, più o meno veloci, sempre funzionali e sicure, che non fanno davvero rimpiangere i soldi contanti. Se continui a leggere questo articolo, puoi individuare con estrema facilità quella a te più congeniale per stile di vita ed esigenze personali.

Come può essere pagato lo stipendio

 

Da quando nel 2018 la legge ha vietato al datore di lavoro di pagare gli stipendi in contanti consentendo esclusivamente transazioni tracciabili, i sistemi utilizzati di prassi sono stati:

  • il bonifico su un conto corrente postale o bancario;
  • l’assegno o il vaglia postale, consegnato direttamente al lavoratore o ad un suo delegato (parente in linea diretta o collaterale maggiore di 16 anni);
  • il prelievo di contanti tramite mandato di pagamento da effettuarsi nella banca o presso lo sportello postale dove il datore di lavoro ha il conto.

Come puoi notare, sono tutti sistemi sicuri e collaudati ma, di certo, non pratici né tantomeno veloci e, quasi, sempre obbligano il lavoratore a passare per un istituto postale o bancario. Grazie alla tecnologia, però, tutto questo può essere superato utilizzando nuovi strumenti sempre più performanti.

I nuovi sistemi per l’accredito dello stipendio senza conto corrente

 

I sistemi più rapidi e sicuri che consentono l’accredito dello stipendio senza conto corrente sono in particolare due: le carte prepagate e l’e-wallet.

Ovviamente, anche questi sistemi innovativi devono attenersi e rispettare la normativa antiriciclaggio e consentire l’accredito dello stipendio unicamente alle carte provviste di Iban poiché quelle che ne sono sprovviste sono paragonate dalla legge al contante.

Ma vediamoli più nel dettaglio:

1.La carta prepagata

 

 La carta prepagata può essere richiesta presso banche, fisiche e virtuali, e presso le poste. È molto comoda e sicura, adatta soprattutto alla gestione di piccole spese e acquisti negli store online. Se volessi utilizzarla per ricevere lo stipendio, però, ti servirà essere bene informato sul tipo di prodotto che stai scegliendo. Infatti, pur nel suo esser smart, questo strumento presenta caratteristiche specifiche che ne limitano praticità e convenienza.

Innanzitutto, per consentire l’accredito dello stipendio senza conto corrente deve:

  • essere una cosiddetta carta conto, ovvero essere collegata ad un codice Iban;
  • essere in grado di ricevere bonifici;
  • non avere dei limiti per l’importo da accreditare.

Le carte prepagate, inoltre, possono richiedere il pagamento di un canone, mensile o annuale, più o meno costoso e una spesa di commissione per la ricarica. Il bonifico dello stipendio, per esempio, può essere considerato come una ricarica e, in questo caso, potresti trovarti nella situazione di dover pagare per ricevere i tuoi stessi soldi. Se decidi di optare per la carta prepagata, quindi, tieni sempre ben presenti le variabili che rendono questi prodotti molto diversi tra loro.

2. L’e-wallet

 

Avrai sicuramente sentito parlare del cosiddetto portafoglio elettronico e di quante funzioni evolute racchiude in sé. Ebbene, l’e-wallet è davvero uno strumento versatile che alcuni concessionari hanno realizzato anche con un codice Iban collegato. Questa particolarità ha reso l’e-wallet un sistema molto utilizzato anche per l’accredito dello stipendio senza conto corrente svincolando completamente il lavoratore sia dagli istituti bancari che dalle poste.

Il suo utilizzo è davvero semplice.  Per averne uno è sufficiente:

  • scaricare l’app dedicata al prodotto scelto sul tuo smartphone – ma puoi utilizzarlo anche con il pc o il tablet;
  • creare il tuo account;
  • attendere la mail di avvenuta registrazione.

A questo punto il tuo e-wallet è pronto. Puoi inserirci molti documenti smaterializzati e, comunicando il tuo codice Iban, ricevere lo stipendio, la pensione o un qualsiasi altro bonifico tu voglia.

Quale e-wallet scegliere per l’accredito dello stipendio?

 

Se tra i metodi di accredito dello stipendio senza conto corrente, quello che ti ha incuriosito di più è l’e-wallet, non ti resta che scegliere quello più adatto a te.

Sul mercato ne esistono tanti e di vario tipo. Quelli più moderni e di ultima generazione consentono di usufruire di una vasta gamma di servizi che va ben al di là dell’accredito dello stipendio.

Ad esempio, con l’e-wallet Admiral Pay puoi anche pagare bollettini, Mav, Rav, multe e tantissime altre utenze senza doverti spostare e con costi concorrenziali. Inoltre, questo portafoglio elettronico è progettato anche per esigenze specifiche, come la ricarica cash di un conto gioco e la possibilità di inviare e ricevere gratuitamente denaro dai contatti della tua stessa rete: vantaggi che lo rendono uno strumento sempre più utile e indispensabile nella vita quotidiana.

Ora che hai un quadro esaustivo in merito alle soluzioni per l’accredito dello stipendio senza conto corrente sei, di certo, pronto a scegliere il sistema più adatto alle tue esigenze che, oltre ad offrirti sicurezza e velocità, ti agevoli nel contenere i costi di gestione dei tuoi stessi soldi.

Per qualsiasi chiarimento o informazione contatta il nostro staff. Admiral Pay è a tua disposizione.

Tags

Blog simili

miglior salvadanaio digitale
pagamenti vincite VLT
ricarica portafoglio elettronico